LOGO2015_3
Sviluppo e produzione di prodotti elettronici
PICT0422
KEY ELECTRONIC SYSTEM: storia di passione

La Key Electronic System nasce nel gennaio del 2007 a Valperga Canavese. Malgrado la crisi mondiale del 2008 e la florida presenza di altre realtà molto importanti, la nostra filosofia iniziale è stata quella di offrire campionature e servizi con alta velocità di consegna e qualità sempre massima. Nel 2008 siamo stati i primi produttori italiani a lavorare per Arduino; instaurando in contemporanea proficue collaborazioni con altre aziende piemontesi di elevato pregio.
Il nostro piccolo laboratorio di Valperga non era abbastanza strutturato per crescere.  Per servire ancora meglio la zona di Torino e per avere il vantaggio di accedere più comodamente alle infrastrutture, nel 2013 la sede operativa è stata trasferita a Mappano di Caselle, dove attualmente operiamo. Una scelta strategica sia a livello locale che a livello nazionale ed internazionale per la vicinanza di autostrade e dell’aeroporto di Caselle.
DSC_1450PICT0658SALA_1000PICT0437PICT0653PICT0637DSC_1494DSC_1444
Curiosità: il nome dell'attività "KEY" ci è stato ispirato da lui...






...un alano arlecchino di media taglia. Il nostro inseparabile cane, simbolo di eterna fiducia e spontanea determinazione, sempre presente al nostro fianco. 
KEY
PICT04342
FREDIANO CARLEVATO: due parole su di me...





<< Mi chiamo Frediano Carlevato. Sono nato nel 1984, esin da bambino non ebbi dubbi su ciò che sarebbe stato il mio futuro. Mi feci comprare ilprimo personal computer a 11 anni, ed al posto di giocare preferivo disegnarequeste cose:














Aggiustando personal computer con pezzi di recupero cresceva in me la voglia di vedere come si potevano risolvere le cose, ed intanto si sviluppava la mia mentalità orientata al metodo. Losmontare, il rimontare, il riparare ed il far funzionare a tutti i costi un pcmi insegnò a non fermarmi al primo ostacolo. La costanza e la capacità di sviscerare il mondo dei computer durante l’adolescenza mi ha dato laconsapevolezza necessaria per capire che qualsiasi problematica a livelloelettronico (e non solo) può essere risolta con la perseveranza e ladeterminazione. 
Windows 3.1 ed MS-DOS furono glistrumenti con cui convivevo, e che ancora oggi mi tornano utiliper fare manutenzione a macchinari industriali ed interfacciarli a linguaggi di basso livello.
A 15 anni, nel 1999, sognavo già di avere un’attività tutta mia, e chiedevo a mio padre di portarmi al Bias o ad altre fiere del settore elettronico per capire come funzionavano i macchinari industriali.

Scelsi di studiare PeritoElettronico all’IPSIA Olivetti di Ivrea, e la passione per l’elettronica aumentò a tal punto da portarmi al diploma nel 2003 con il massimo deivoti, quattro borse di studio, un campionato italiano di webmaster ed altri riconoscimenti, tra cui un discorso tenuto alla Sala dei 500all’Unione Industriale di Torino, per un progetto di auto elettrica. A scuola,durante le ore di pratica, ci insegnavano a disegnare circuiti con  Protel ed a realizzare circuiti stampati “homemade”. Riconoscomolto a quella scuola, ed in particolare ad un professore, scomparsoprematuramente, che mi ha trasmesso molti insegnamenti e "voglia di fare" nel mondo del business.

Lavorando per circa 3 anni inaziende molto prestigiose del panorama elettronico canavesano e torinese,  acquisii competenza soprattutto nel collaudodi schede ICT e funzionale. L'esperienza maturata sul campo del collaudo mipermise di capire dove migliorare per poter costruire unprocesso di assemblaggio più veloce e più efficace. 
Ed èproprio da queste esperienze che presi coraggio e decisi, a 21 anni, di mettermi in proprio. Mi sonopreso un rischio. Ho deciso di iniziare un po’ prima del previsto perché volevofare la differenza nella mia vita. Attraverso innumerevolisacrifici condivisi con la mia famiglia, acquistai la mia primalinea di assemblaggio automatico: pick&place, forno a rifusione, serigrafica semi-automatica e tutte le altre attrezzature necessarie per riuscire adassemblare in modo automatico schede a livello industriale. Così, il 01 gennaio 2007 apri ufficialmente la Key Electronic System, con lo slogan“new way to assembly”.
Partimmo da zero ed iniziammo con molta fatica la ricerca di clienti e di fiducia. Capì di aver fatto il passo più lungo della gamba, ma quello che ci aspettò ci ripagò di tutti gli sforzi e di tutti i sacrifici. 

Dal punto di vista professionale, i miei ideali sono figure come Richard Branson per il management e Philip Kotler per il marketing. 
Collaboro personalmente con un team di ingegneri per lo sviluppo di nuovi prodotti, in particolare nel mondo dell'audio, delle energie rinnovabili, del lighting e della sicurezza. Strizzo l’occhio ai dispositivi open-source, ma rimango dell’idea che prima del “quanto costa?” la domandagiusta da porsi sia “quanto vale?”.

La mia curiosità costruttiva verso ogni cosa mi porta a comprendere che esiste un sottile filo conduttore che unisce tutte le cose e persone di successo. Trasferire questa energia ai prodotti ed alle schede che costruisco, ai miei collaboratori, ai miei fornitori ed ai miei clienti significa far crescere e Dare VALORE. Questo per me è il vero Madein Italy. Sono felice del lavoro che svolgo e possiedo tanto entusiasmo da dedicare alle cose in cui credo. >>


"Chiè disposto a metterci il cuore lavora bene ed ottiene risultati. Punto"  

porta
Siamo a vostra disposizione...

Key Electronic System di Frediano Carlevato - Via Pascoli, 16 - 10072 Mappano di Caselle (TO) - ITALIA info@keymicro.it  - 011 919 6208  
P.IVA: IT-09497640012 - Iscritta al registro imprese di Torino al n. 1057926 
Sito web realizzato da Frediano Carlevato © 2015 - Tutti i diritti riservati 
Create a website